alcune notizie degli inseparabili

 

 

Inseparabili Logo


 Gli Agapornis o inseparabili il cui nome scientifico deriva dal greco e significa uccelli che si amano,(lovebirds) 
 sono pappagalli  sociali ed affettuosi, che vivono in coppia ed hanno bisogno di un partner in maniera continua e perenne!!
 inseparabili                                          

Gli Inseparabili sono grandi 13-17 cm, pesano 40-60 grammi di peso.
Questo pone gli inseparabili ad essere i più piccoli pappagalli del mondo.
Molti Agapornis sono verdi la colorazione ancestrale,  anche se le mutazioni possono presentarsi in differenti colori: blu ,giallo, lutino
con fattori scurenti o schiarenti ,tutti bellissimi!!!.

roseicollis e fischer                  

Il nome comune di Inseparabili nasce dal profondo affiatamento che lega i componenti della coppia.
L'esistenza di questo legame particolare tra gli individui della specie è evidenziata anche dall'abitudine di lisciarsi a vicenda il piumaggio.
Amano fare il bagno in vaschette d'acqua. Sono uccelli socievoli che non conducono in libertà una vita solitaria,
costituendo infatti delle vere e proprie famiglie che vanno dai 5 ai 20 soggetti.Le coppie restano tali per tutta la vita. Vivono fino a 20 anni.

In natura
Vivono in Africa in gruppi molto numerosi , in libertà non si sono mai osservate coppie di questi uccelli
 che vivessero in solitudine.
Solo nel periodo riproduttivo alcune specie tendono ad isolarsi per il tempo necessario alla cova e all'allevamento
dei piccoli per tornare in seguito nella colonia assieme alla prole.
Una delle abitudini di questi pappagalli è quella di formare dei gruppi familiare composti da 2-25 soggetti ,
che durante la giornata conducono una vita per i fatti loro ,
tornando  la sera all'interno della colonia su alberi che tutti conoscono per passarvi la notte,
 ma anche in questi momenti i gruppi familiari rimangono raggruppati tra di loro
.
Si nutrono dei frutti e semi che trovano sugli alberi della foresta e della savana
non disdegnando di tanto in tanto qualche insetto che gli capita a tiro.


le 9 specie agapornis inseparabili lovebirds

Roseicollis    Fischer                Personata     Taranta              Cana               Nigrigenis         Pullaria   Swinderiana     Lilianae                  
aga
I più diffusi tra i negozianti e allevatori sono i roseicollis ,fischer e personata e si stanno diffondendo sempre più i taranta.


alimentazione
 

I nostri amici pennuti hanno bisogno di un'alimentazione specifica .

Ecco quello che non deve mai mancare:
Misto di semi per parrocchetti
Con poco o niente girasole.
Io personalmente prendo una miscela senza girasole,
 di questo seme ne vanno ghiotti ma se abbonda nella dieta il fegato ne può risentire.
 L'ideale sarebbe piccole dosi d'inverno soprattutto se sono alloggiati fuori.  

La spiga di panico

panico

Consiglio di dar loro una spiga per coppia almeno una volta a settimana.
Non solo è un alimento di cui sono ghiotti, ma essendo una spiga, dà la sensazione di nutrirsi come in natura .

Estrusi
Ottimo alimento molto bilanciato a cui non è facile farli abituare.Una volta che li mangiano, però, è tutto di guadagnato! Ai miei dò solo quelli delle migliori marche .
 




Frutta e verdura
meleQualsiasi tranne l'avocado perché velenoso. Ai miei non faccio mai mancare la mela e la catalogna....ogni tanto pera, kiwi e cetriolo.
catalogna
Integratori
Osso di  seppia
Importante soprattutto durante il periodo di crescita e per le femmine nei periodi di deposizione delle uova; in alternativa il classico blocchetto di sali minerali va benissimo.
osso di seppia
Pastoncino all'uovo
Ricco di proteine è indicato nei periodi di svezzamento dei piccoli. Da rinnovare ogni 2-3 giorni.
Acqua
Usare beverini normali o a goccia, basta che l'acqua si rinnovi ogni giorno o massimo ogni due.

DENTRO E FUORI DALLA GABBIA 

Possono vivere liberi in una stanza della casa. Nel caso vengano tenuti in gabbia (che deve essere comunque abbastanza grande) è bene farli uscire tutti i giorni per un po' di tempo e lasciarli liberi di esplorare l'ambiente. D'altra parte l'inseparabile chiuso in una gabbia saprà manifestervi il suo desiderio di uscire con segnali inequivocabili, quali delle rapide giravolte sul dondolo o rapidi battute di ali. Si può approfittare della libera uscita per dargli il modo di fare il bagno in una comoda vaschetta (acqua a temperatura ambiente) oppure, se lo desidera, la doccia sotto un piccolo getto del rubinetto.

PERICOLI  

- Se abitate a un piano alto, fate attenzione a non permettere al vostro inseparabile di volare libero in terrazza, o in una camera con la finestra aperta: potrebbe planare in strada, senza essere più capace di far ritorno: sebbene possano volare, questi uccelli sono infatti soprattutto abili arrampicatori. Se la stanza ha grandi vetrate trasparenti, l'uccello potrebbe non rendersi conto dell'ostacolo e andare a sbattervi contro, ferendosi gravemente: coprite i vetri con un tenda o applicatevi qualche adesivo, oppure lasciate semplicemente che vi si posi un velo di polvere. Evitate ovviamente di far volare il vostro pennuto dove girano dei gatti liberi.

MALATTIE  

- Gli inseparabili sono soggetti a malattie da raffreddamento e occorre quindi prendere cura di non lasciarli mai in corrente, né di avvicinarli ad umani infetti. Se l'inseparabile rimane accovacciato sul fondo della gabbia col piumaggio gonfio e gli occhi chiusi, e non lancia il suo tipico richiamo, è probabile che sia ammalato.  Rivolgersi al veterinario, che prescriverà la cura opportuna, somministrabile con l'aerosol dentro alla gabbia coperta.

Procurate al vostro inseparabile non soltanto cibo (semi e frutta fresca, evitando lo zucchero, di cui è golosissimo, ma che può provocargli il diabete) e un comodo nido, ma anche giocattoli innocui (palline, specchietti, anelli): sono in vendita nei negozi per animali. 

ACCETTATE SOLTANTO UCCELLI NATI IN CATTIVITA', MAI SPECIE STRAPPATE ALLA NATURA, CON GRAVI DANNI PER L'AMBIENTE E INCALCOLABILI SOFFERENZE PER L'ANIMALE!

                                                                                                           

INSEPARABILI

ORIGINE & VARIETA'

GLI AGAPORNIS, CHE  IN GRECO VUOL DIRE " UCCELLI DELL'AMORE " O COMUNEMENTE DETTI INSEPARABILI SONO ORIGINARI DEL CONTINENTE AFRICANO. POICHE' LE DIVERSE SPECIE DI INSEPARABILI PROVENGONO DA REGIONI DIVERSE DELL'AFRICA, RIPORTIAMO QUI DI SEGUITO UNA TABELLA ILLUSTRATIVA CHE MEGLIO SPIEGHERA' LA LORO ORIGINE.

               VARIETA'                                      REGIONE

ROSEICOLLIS          (collo rosa) SUD-OVEST AFRICA
FISCHER                  (di Fischer) KENIA/TANZANIA
NIGRIGENIS          (guance nere) TANZANIA
TARANTA                    ( ali nere) ABISSINIA
PULLARIA             (faccia rossa) S. LEONE/ANGOLA/RUANDA

  CANA

MADAGASCAR
PERSONATA          (mascherato) KENIA/TANZANIA
SWINDERIANA     (collare nero)

LIBERIA

LILIANAE      o di      SHELLEY

ZAMBIA/ZIMBABWE/MALAWI

MORFOLOGIA:

DEFINIRE LE DIVERSE MORFOLOGIE DI TUTTE LE SPECIE DI AGAPORNIS E' ALQUANTO DIFFICILE, MA SEGUENDO I CRITERI ESPLICATIVI UTILIZZATI IN QUESTO SITO CERCHEREMO DI FARVI APPRENDERE QUANTO PIU' E'  POSSIBILE E NEL MINOR TEMPO LE INFORMAZIONI CHE CERCATE.

                 VARIETA'                         CARATTERISTICHE             DIMORFISMO SESSUALE

ROSEICOLLIS

Taglia: 15 cm

E' di colore verde che tende al giallastro sul ventre;la testa sfuma dal rosso in un rosa intenso; il becco è verdastro; le zampe sono grigie e gli occhi bruni. La femmina è uguale al maschio.
FISCHER

Taglia: 15 cm

E' di colore verde; la testa,il petto ed il collo sono di colore arancio-pesca;sopra la coda è di colore blu-azzurro;il becco è rosso e presenta un anello bianco-cera intorno agli occhi.  La femmina è uguale al maschio.
NIGRIGENIS

Taglia: 14 cm

E' verde intenso; la testa rosso-bruno, e le guance sono nero-bruno;la gola e il petto di colore arancio-rosso; è presente l'anello bianco intorno agli occhi,becco rosso. La femmina potrebbe presentare colori meno lucenti.

In genere il maschio e la femmina sono pressoché uguali.

TARANTA

Taglia: 15 cm

E' di colore prevalentemente verde e presenta le classiche ali nere chi gli danno il nome.Il verde è più chiaro nella gola.La fronte è rossa come il becco. La femmina non presenta il rosso sulla fronte
PULLARIA

Taglia: 14 cm

Verde scuro nelle parti superiori,faccia rossa,occhi marroni, becco rosso e zampe grigie. La femmina ha la testa arancio.

 

CANA E' di colore verde;la testa il petto e il dietro-collo di colore grigio-bianchi;la coda è verde;il becco chiaro. La femmina non presenta parti bianche.
PERSONATA

Tagla: 14,5 cm

E' di colore verde, testa e faccia bruno-nere.Golarosso-arancio,petto giallo.becco rosso,anello bianco intorno agli occhi. La femmina è uguale al maschio.

 

SWINDERIANA E' verde, con collare nero intorno alla nuca.sottocollare giallo,becco nero e pupilla gialla. Non è evidente
LILIANAE

Taglia: 13,5 cm

E' di colore verde,gola rosso-arancio,sul petto un collare giallo,becco rosso e anello bianco intorno agli occhi. La femmina è uguale al maschio

L'ALIMENTAZIONE:

L'ALIMENTAZIONE DEI VOSTRI PICCOLI AMICI, DEVE ESSERE EQUILIBRATA PER NON FARE MANCARE LE SOSTANZE NUTRITIVE NECESSARIE PER LA CRESCITA DEI VOSTRI SOGGETTI E DEGLI EVENTUALI PICCOLI.

 DOSI PER 1 KG DI MISCELA

    GIRASOLE     MIGLIO        AVENA      FRUMENTO  GRANOTURCO

400 grammi

300 grammi

100 grammi

100 grammi

100 grammi

Si consiglia di somministrare un buon pastoncino naturale secco all'uovo, miscelato con semi di niger. La qualità del pastoncino all'uovo deve (se possibile) essere superiore, alla qualità che diamo normalmente ai pappagallini ondulati.

N.B.  1 KG di pastoncino naturale all'uovo può essere miscelato con 100 grammi di pastoncino all'uovo rosso  per   mantenere vivi i colori degli inseparabili.

N.B. Si consiglia di somministrare frutta e verdura di qualsiasi varietà. Si raccomanda di eliminare i noccioli dalla frutta in cui sono presenti. Eliminare i batteri e  i germi lavando con del bicarbonato di sodio e poi risciacquando con dell'acqua corrente.

 

                                 MALATTIE

Più della metà delle malattie riscontrate negli uccelli esotici, dipende da una cattiva alimentazione. Ciò non significa necessariamente solo un’alimentazione povera o carente, ma anche una dieta eccessivamente ricca oppure sbilanciata. L’alimentazione tradizionale per i pappagalli è basata su una miscela di semi secchi, spesso con una netta preponderanza di girasole(molto grassi),eventualmente integrata con altri alimenti, come frutta o verdura, pastoncini, biscotti e semi germogliati. Tale schema alimentare è accettabile, ma è necessario controllare quotidianamente che l’alimento fornito venga realmente consumato; infatti quando il cibo viene offerto liberamente, gli uccelli consumano solo i semi più graditi, tralasciando tutto il resto. Con tale alimentazione si può ottenere una dieta teoricamente adeguata, ma praticamente sbilanciata dalla scelta sistematica effettuata dagli uccelli stessi. In realtà l’unico vantaggio della dieta tradizionale, migliorata con vegetali freschi ed altri alimenti, è la possibilità di scegliere le materie prime e scartare l’alimento qualora si presentasse alterato. Da alcuni anni, come è già accaduto per l’alimentazione dei cani e dei gatti, anche per i pappagalli sono state studiate delle diete specifiche, perfettamente bilanciate e prodotte con materie prime assolutamente controllate. Naturalmente, i pappagalli devono essere educati a cibarsi con tali alimenti e di conseguenza i proprietari devono imparare a fornirgli l’alimento in maniera corretta, in modo da evitare inutili sprechi e contemporaneamente controllare lo stato di salute dei propri animali. I vantaggi di questa alimentazione sono: Gli alimenti sono prodotti con una scelta obiettiva delle materie prime; Il processo produttivo permette l’eliminazione di eventuali batteri, funghi e muffe; inoltre permette l’integrazione, durante la lavorazione, di vitamine, minerali ed oligoelementi; L’alimento è perfettamente bilanciato; esistono alimenti differenziati per i diversi momenti fisiologici della vita dei nostri uccelli (crescita,allevamento,mantenimento). Non ci sono gusci o bucce, per cui il maggior costo è compensato dalla assenza di scarti; Si osserva una netta diminuzione di sporco attorno alla gabbia; E´più facile esercitare un perfetto controllo della quantità di alimento effettivamente consumato. Spesso tali alimenti possono venire congelati, posticipando in tal modo la data di scadenza.I Carboidrati sono probabilmente la più importante fonte di energia degli uccelli. Quelli insolubili sono meglio conosciuti come la parte fibrosa della dieta, che gli uccelli hanno difficoltà a digerire a causa della mancanza di un enzima;pertanto la sua quantità nella dieta è limitata. I Grassi sono una importante fonte di energia (2.25 volte l’energia dei carboidrati), ma sono soprattutto la principale riserva di energia degli uccelli. Essi hanno principalmente bisogno di alcuni acidi grassi come l’acido linoleico, che non può essere prodotto dall’animale. Generalmente, la quantità consigliata per i cenerini adulti, è del 5-9%, e si consiglia di non eccedere in cibi ricchi di grasso. Le Proteine ed in particolare gli amminoacidi, sono l’ultima fonte di energia degli uccelli e favoriscono la crescita dei tessuti e delle penne. Una dieta basata esclusivamente sui semi e senza alcun supplemento, non fornisce all’animale questi essenziali amminoacidi, anche se la percentuale di proteine potrebbe essere accettabile; in loro assenza si noterà un brutto piumaggio e soprattutto una scarsa ed anormale crescita dei piccoli. E’quindi importante sottolineare che la qualità delle proteine è molto più importante della loro quantità. Per i cenerini adulti, la percentuale consigliata è del 12-15%; un eccesso potrebbe causare seri problemi come la gotta ed aumentare la quantità di acido urico nel sangue. Le Vitamine e i Minerali sono necessari per il normale compiersi dei processi biochimici fondamentali del metabolismo animale. Tra essi ha rilevante importanza il BETACAROTENE,(che durante la digestione viene in parte trasformato in VITAMINA A)il quale contribuisce all’efficienza dell’importantissimo sistema immunitario. In natura gli uccelli ,nutrendosi di varia frutta e vegetali, assimilano notevoli quantità di betacarotene,pertanto una sua notevole ingestione non presenta alcuna tossicità cosa che invece avviene per la vitamina A. Esso è importante per la vista in quanto evita l’indurimento della cornea,per un piumaggio folto,lucido e dai colori intensi;inoltre ha un ruolo fondamentale nella salute dell’intero tratto digestivo e dell’apparato riproduttivo ed in particolare di quelle membrane che sono la prima linea di difesa contro virus e batteri. Il betacarotene lo si può trovare nella frutta e nei vegetali dal colore arancione,giallo e verde scuro. Altrettanto importante è la VITAMINA C che favorisce l’assorbimento del calcio e del ferro dal cibo ingerito, ed è anche necessaria per il funzionamento metabolico del corpo.A questo proposito va ricordato che gli spinaci possono interferire con l’assorbimento del calcio e quindi dovrebbero essere serviti ai volatili con moderazione. La vitamina C la troviamo nei kiwi,arance,limoni,broccoli,cavolfiori, cavolini di Bruxelles etc. Tra tutti i minerali, il più importante è il CALCIO che è assolutamente indispensabile per le ossa e per il processo di coagulazione del sangue;inoltre aiuta a mantenere il controllo dei muscoli ed è direttamente coinvolto in molti altri processi vitali. Le ossa degli uccelli sono sottili e vuote quindi essi non hanno la riserva di calcio che i mammiferi hanno nelle loro dense ossa. Livelli troppo bassi di calcio possono causare convulsioni,tachicardia e possono addirittura causare la morte. Bisogna fare molta attenzione alla scelta di un supplemento di calcio per i pappagalli(solo se consigliata dal veterinario specializzato in ornitologia),poiché molti contengono alte dosi di VITAMINA D,che in eccesso è  potenzialmente tossica tanto da causare una calcificazione degli organi interni e quindi la morte. I cenerini in particolare sono molto sensibili ad un inadeguata concentrazione di calcio nel sangue, ed è consigliabile controllarla annualmente;comunque è bene ricordare sempre che i cenerini hanno bisogno di abbastanza calcio,non troppo.Una dieta molto grassa interferisce con l’assorbimento di questo minerale. Lo si trova principalmente nei fagioli,piselli,cereali in genere,broccoli,carote,mandorle,pistacchi etc..

 


Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!